venerdì 25 febbraio 2011

proposta 8 marzo

8 MARZO 2011
Dacia Maraini ha scritto:
...E' più facile che un cammello
entri nella cruna di un ago
piuttosto che una Donna
abbia la forza di essere se stessa,
nella sua carne e nei suoi pensieri.

C'è sicuramente un fondo di verità in queste parole ma anche una profonda e splendida sfida.
Sembra quasi esortarci, qui ed adesso, a far entrare quel benedetto cammello, a fare in modo che il coraggio, la determinazione e la speranza che custodiamo in noi possano passare da quell'ago magico.

Ma a che pro fare questo?
Per poter poi disegnare arcobaleni, intessere il nostro futuro di partecipazione e porgere ai nostri figli un'idea differente e più sana di politica.

Vi esorto perciò a fare una piccola cosa, un gesto simbolico ma dignitoso per cominciare a spostare il nostro cammello.

Per la festa dell'8 Marzo prendiamo un nastro giallo e portiamolo al polso per tutto il giorno.

Sarà il nostro piccolo-grande segnale.
Diremo a noi stesse e al mondo che siamo Donne, che vogliamo partecipare alla vita sociale, pubblica, politica e umana del mondo, che non siamo né invisibili né mute.

Lasciamo - per un momento - stare le tragedie del passato, il valore della donna oggi così mistificato e ogni ideologia che potrebbe dividerci.

Formiamo, invece, in questo 8 Marzo un nuovo tipo di cerchio femminile.

Un luogo dove avere l'opportunità di essere Donne che PARTECIPANO e VIVONO, che sanno quello che vogliono e ciò che desiderano. Ma soprattutto Donne CONSAPEVOLI.

Se anche tu desideri questo, porta con fierezza il tuo piccolo nastro giallo.Domani si trasformerà in un bellissimo arcobaleno.


--------------------------------------------------------------------------------- 8 MARZO 2011

Dacia Maraini wrote:

It's easier that a camel passes through a needle's eye,
than to see a Woman having the strength to be herself,
in her flesh and in her thoughts

There certainly is truth in those words but also a deep and wonderful challenge.
It seems to exhort us, here and now, to let that camel in, to allow the strenght, determination and hope we all treasure inside to pass through that magical needle.

But why should we do that?
Because we could then draw rainbows, infuse our future with partecipation and offer our children a different and better idea of politics.

I'm asking you to do something small, a simbolic gesture, something that might mean we're beginning to move our camel.

On 8th March let's wear a yellow ribbon on our wrist, all day long.

It will be our small-big signal.

It will say to ourselves and to the world that we are Women, that we want to partecipate in world life, be it social, public, politic and human, and that we're not invisible, nor mute.

Let's forget - for a moment - the tragedies in the past, nowadays mistified woman's values and every ideology that might separate us.

On this 8th March let's build up, instead, a new kind of feminine Circle.

A place where we could have the opportunity of being Women that PARTECIPATE AND LIVE, that know what they want and desire.
But, most of all, AWARE Women.

If you desire all of this, too, wear proudly your tiny yellow ribbon.
Tomorrow it will grow into a beautiful rainbow.


(traduzione di Gaia - grazieeee)

Nessun commento: